Ponzanello

" Un poco di luogo da potervi andare e ridurvisi talvolta a desinare, o a cena per ispasso "

Giorgio Vasari

La via Francigena

Logo della Via Francigena

La via Francigena non era propriamente una via ma piuttosto un fascio di vie, un sistema viario con molte alternative. Tali varianti trovano unitarietà e ufficialità nel diario di viaggio di Sigerico, vescovo di Canterbury che nel 990 la percorre da Roma a Canterbury.

Il tratto da Canterbury a Roma si sviluppa su di un percorso di 1.600 chilometri che parte da Canterbury, e arriva a Dover per attraversare la Manica; da Calais, passando per Reims, Besançon e Losanna arriva alle Alpi che vengono passate al colle del Gran San Bernardo. Dalla Valle d'Aosta si scende a Ivrea, quindi Vercelli, Pavia e si attraversano gli Appennini tra le province di Piacenza e Parma passando per Segalara, Fornovo di Taro e poi Berceto. Da Pontremoli si prosegue per Lucca, Porcari, Altopascio, Galleno, Ponte a Cappiano, Fucecchio, San Gimignano, Colle di Val d'Elsa, Siena, Viterbo per terminare a Roma.

Antica carta della Via Francigena

Delle settantanove località attraversate da Sigerico nell'itinerario originale, trentaquattro sono le città: Canterbury, Calais, Bruay, Arras, Reims, Châlons-sur-Marne, Bar-sur-Aube, Besançon, Pontarlier, Losanna, Gran San Bernardo, Aosta, Ivrea, Santhià, Vercelli, Pavia, Piacenza, Fiorenzuola d'Arda, Fidenza, (deviazione per Parma), Fornovo di Taro, Pontremoli, Aulla, Luni, Massa, Lucca, Porcari, Altopascio, Fucecchio, San Genesio, San Gimignano, Colle di Val d'Elsa, Siena, San Quirico d'Orcia, Bolsena, Viterbo, Sutri, Campagnano, Roma.

Nel 990 Sigerico,vescovo di canterbury, impiegò 79 giorni a percorrere, perlopiù a piedi, tutti i 1.600 chilometri del tragitto. La percorrenza media di viaggio fu quindi di 20 km circa al giorno.

L'itinerario iniziò ad affermarsi quando il re longobardo Rotari, a seguito della conquista della costa ligure denominata Marictima e della fortezza della Cisa, stabilirà una via principale di comunicazione, che diventerà nota come la "via Francigena di monte Bardone". L'arteria diventerà l'asse delle successive comunicazioni logistiche militari per il sud della penisola italica

Per ulteriori informazioni sulla via francigena puoi vedere:
Associazione Europea delle vie Francigene
La via Francigena
Via Francigena

Creative Commons License

I contenuti di questo sito, salvo diversa indicazione, sono rilasciati sotto una licenza Creative Common License
Tutti i marchi sono proprietà dei rispettivi proprietari